L’infedele

Un film di Liv Ullman. Con Erland Josephson, Lena Endre, Krister Henriksson, Thomas Hanzon, Michelle Gylemo.
Titolo originale Trolösa. Drammatico, durata 155 min. – Svezia 2000 – Mikado

Marianne, attrice di teatro e Markus direttore d’orchestra sono felicemente sposati. Hanno una figlia di nove anni, Isabelle. David è il migliore amico della coppia ed è solito passare le serate a casa dei due. Una sera che Markus è partito, David va a trovare Marianne come al solito, ma stavolta l’amicizia è destinata a trasformarsi in qualcosa d’altro, qualcosa che nel breve volgere di qualche mese distruggerà la vita di tutti…

Con lenti movimenti di macchina e atmosfere sospese, in una scenografia scarna ed essenziale, si sviluppa la storia raccontata dalla sceneggiatura di Ingmar Bergmann e diretta da Liv Ullman. Una infedeltà premeditata, iniziata come gioco, che si trasforma velocemente in una tragedia. Pungolata dalle domande di un anziano regista e scrittore, una attrice, Marianne rievoca la storia del suo tradimento. Sposata ad un famoso direttore d’orchestra e con una bambina, la donna sembra vivere appagata e felice. Fino a quando non le si presenta la possibilità di fare l’amore con l’amico di lunga data della famiglia, David, uomo dal passato piuttosto burrascoso e logorato da un profondo senso di inadeguatezza.
Adulterio pianificato e messo in atto come se fosse un gioco. Ma i giorni passati insieme scatenano passioni travolgenti e dolorose, trascinando nella bufera il matrimonio di Marianne, in un finale inatteso e tragico.
Una storia intima che si sviluppa come una pièce teatrale. Una interminabile confessione che scende inesorabilmente negli abissi del dolore analizzando ogni sentimento, ogni sofferenza.Una macchina da presa spesso immobile, puntata sul viso di Marianne, per non perdere nulla della sua interiorità e del suo intimo tormento: analizzando ogni singola lacrima; tutta l’iniziale gioia e tenerezza del gioco amoroso con David e tutto il dramma finale della separazione da Markus e dalla figlia. Con un’intensa e silenziosa partecipazione del vecchio scrittore che rivive attraverso la storia della donna, lo stesso dolore del suo passato.
È uno scavare interiore inesorabile che coinvolge e sconvolge lo spettatore inchiodandolo davanti allo schermo, incapace anch’esso di sfuggire all’inevitabile tormento, all’arduo e impietoso studio di un matrimonio e della sua fine fatale.
Attori straordinari a partire dal bergmaniano Erland Josephson, l’anziano scrittore specchio dell’anima dello stesso Bergman; Lena Endre eccezionale interprete delle emozioni e dello strazio di Marianne.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: