Sils Maria

Un film di Olivier Assayas. Con Juliette Binoche, Kristen Stewart, Chloë Grace Moretz, Lars Eidinger, Johnny Flynn. Titolo originale Clouds of Sils Maria. Drammatico, Ratings: Kids+16, durata 124 min. – Francia 2014. – Good Films

Un film passato un po’ in sordina volendo, sebbene Olivier Assayas rientri tra quei mostri sacri che Fremaux e soci non si sono proprio voluti far mancare, quest’anno più che mai. Un film destinato a dividere a priori, ancora di più dopo la prima visione (che infatti ha diviso). Maria Enders è un’attrice famosa che si sta dirigendo verso la Svizzera per ritirare un premio dedicato al suo mentore, quel Wilhelm Melchior che vent’anni prima la sdoganò nel mondo dello spettacolo, rendendola famosa con il ruolo di Sigrid nella pièce teatrale Maloja Snake. Uno di quei momenti fondamentali nella vita di un’artista, ma anche soltanto di una donna. Durante il tragitto Maria scopre che Melchior è appena morto, ed allora sorgono i primi scompensi. A conti fatti il discorso approntato sin dalle primissime battute da Assayas non cela nulla, mostrando immediatamente le proprie carte. Sils Maria si sofferma su queste due esistenze parallele, quelle che ogni artista sperimenta senza spesso avere modo di cogliere i confini tra l’una e l’altra, sempre sfocati. Il registro è infatti surreale. A Maria giunge la proposta di interpretare il ruolo di Helena, l’altra protagonista di Maloja Snake. Corre l’obbligo di qualche cenno relativo alla trama della pièce; basti dire che la storia è incentrata su questo ambiguo (ma neanche tanto) rapporto tra due donne, separate da vent’anni di differenza. Viene qui innescato il primo corto circuito di Assayas, che mette Maria nelle condizioni di doversi confrontare con una parte che conosce molto bene ma che al tempo stesso non ha mai davvero considerato. La verità è che l’affascinante ma non più giovanissima attrice è rimasta intrappolata in quel ruolo che le diede così tanto, a tal punto che ora, con vent’anni in più sulle spalle, stenta nonostante tutto a riconoscersi in un ruolo che nella vita sta già interpretando. Tutt’altro che sottile, l’andamento di Sils Maria resta comunque molto elegante, aspetto per cui si distingue a più livelli. La segretaria di Maria, Valentine (Kristen Stewart) è infatti un punto di riferimento per lei; oltre a curare in toto le pubbliche relazioni, anche a livello puramente personale si tratta di una persona che ha assunto un ruolo importante nella vita di Maria. Ma Maria tutto questo lo ha realizzato? A quanto pare per mettere in chiaro determinate questioni l’unica è ricorrere all’Arte. Nel momento in cui Maria e Valentine prendono in mano il libro di Melchior per dare modo alla prima di provare la parte di Helena, qualcosa comincia irrimediabilmente a smuovere tutto. Una scossa tellurica che investe entrambe, costrette a doversi confrontare con una reiterata ma a questo punto improcrastinabile serie di non detto, che contrassegna buon parte del film. D’altronde la tensione, sessuale e narrativa, aleggia per costantemente, praticamente sino alla fine, senza mai risolversi definitivamente del tutto. È un gioco delle parti (…)
Antonio Maria Abate, cineblog.it

In Engadina c’è un villaggio con una lunga storia alle spalle. Sils è stata luogo di villeggiatura per grandi illuminati, tra cui si ricorda soprattutto Nietzsche, è stata il perfetto buen ritiro per molti artisti, ed è terra con due fenomeni meteorologici talmente particolari da attirare da un secolo (!) turisti e curiosi. Uno di questi ė tanto affascinante quanto foriero di brutto tempo: ė il cosiddetto serpente delle nuvole della Maloja. Un vero e proprio “serpente” che s’insinua tra i monti e scorre rapido sopra i tetti, che si può ammirare salendo sulle montagne che abbracciano la valle. Sono nuvole basse e veloci, con forma bizzarra in cui i più fantasiosi vi riconoscono serpenti, draghi e altre creature di fantastiche.
Vissia Menza, masedomani.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: