La comune

Un film di Thomas Vinterberg. Con Trine Dyrholm, Ulrich Thomsen, Helene Reingaard Neumann, Martha Sophie Wallstrom Hansen. continua» Titolo originale Kollektivet. Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 111 min. – Danimarca 2016

Cos’è. È il nuovo film di Thomas Vinterberg, il regista danese che molti ricorderanno per Festen, del 1998, realizzato secondo le regole del manifesto estetico Dogma a cui allora aderiva anche Lars Von Trier. La comune è ambientato negli anni settanta e racconta di una famiglia composta dall’architetto Erik, dalla giornalista televisiva Anna e dalla loro figlia adolescente Freja. Erik eredita una vecchia casa troppo grande e dispendiosa per tre sole persone. Sulle prime pensano di venderla, ma poi Anna propone di andare a viverci con altre persone e condividere le spese. Questa comune nasce e funziona senza scossoni finché Erik non s’innamora di Emma, una studentessa del corso che tiene all’università.
Il film è scritto da Vinterberg stesso su impulso autobiografico, insieme al suo collaboratore Tobias Lindholm (Submarino, Il sospetto). Ulrich Thomsen, già protagonista di Festen, è Erik; Trine Dyrholm, che interpreta Anna, per questo ruolo ha vinto l’Orso d’Argento all’ultimo festival di Berlino. Emma, la studentessa di cui Erik s’innamora, è Helene Reingaard Neumann, mentre Freja è l’esordiente Martha Sofie Wallstrøm Hansen.
Com’è. La comune è un film drammatico leggero (in inglese si direbbe dramedy) con un tono spesso lontano dalla drammaticità delle vicende trattate. È il contrario di un film a tesi: racconta gli eventi complicati di una famiglia che si ripensa e si smonta con fatica, ma lo fa con l’idea che le cose possano cambiare, si possano mettere a posto, e non si debbano rimpiangere le scelte fatte. In questo La comune è un film autenticamente progressista e si tiene ben lontano dall’idea dogmatica che si ha solitamente degli anni settanta. La vita in gruppo nasce come esperimento divertito di Anna, che è stanca di avere intorno solo quel rigidone del marito e decide di rimescolare le carte partendo dal vecchio amico bizzarro Ole, primo membro del collettivo. Non solo l’incoscienza e l’insofferenza dei personaggi è il punto di partenza del film, ma manca il rimorso per le strutture tradizionali abbandonate seguendo le idee del momento.
Il perno drammaturgico del film è la differenza tra il piano ideologico-sociale e il piano emotivo. Da una parte c’è la possibilità di decidere che i rapporti si lascino alle spalle la rigidità dei ruoli tradizionali e il senso del possesso; dall’altra il sentimento dell’abbandono e la fine dell’amore non hanno niente di razionale e interessano parti della coscienza che sono impermeabili alle idee. La vera protagonista del film, Anna, vive sul crepaccio di questa ambivalenza.
Perché vederlo. La comune è un film che ha i presupposti per essere pesante ma finisce per non esserlo mai. Quando racconta fatti dolorosi, lo fa sempre con un senso di normalità, senza abbracciare lo sconforto del personaggio che soffre. Per questo risulta ottimista: anche se è storta e anarcoide come un adolescente, la comune è effettivamente capace di diluire i dolori e amplificare le gioie di ciascuno.
Vintenberg dirige e riprende bene gli attori (notevole Trine Dyrholm), soprattutto nelle numerose scene di confronto e dialogo intorno al grande tavolo da pranzo. Il momento in cui i componenti della comune, nudi e brilli, si tuffano nel mare per festeggiare, ha qualcosa di autenticamente hippie. Verso il finale c’è un uso di Goodbye yellow brick road che renderà molto felici gli amanti dell’Elton John classico. (…)
Una battuta. Troveremo un modo.
Matteo Bordone http://www.internazionale.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: